Letteratura

warning: Creating default object from empty value in /mounted-storage/home131/sub009/sc69691-XSMD/accaparlante.it/web/modules/taxonomy/taxonomy.pages.inc on line 33.

E' uscito il magico Alvermann, Superabile, Dicembre 2013

18/12/2013 - Claudio Imprudente
Copertina_magico_Alverman.thumbnail.jpg

Vi ricordate il magico Alvermann? Forse qualche brizzolato come me, essendo un cult della generazione '70. Sto parlando di una serie televisiva, trasmessa sulla TV dei ragazzi, che aveva per protagonista un simpatico folletto... Questa l'ispirazione ideale per un ironico gioco che ha dato il nome allo spazio libero di commento che il Centro Documentazione Handicap ha dedicato negli anni alla letteratura, alla poesia, alla musica e all'opinione sulla rivista HP-Accaparlante.

Il peso specifico della cultura, Superabile, Marzo 2013

21/03/2013 - Claudio Imprudente
libri sulla schiena-150x124.jpg

Sono sempre felice quando vengo a sapere che, nonostante le difficoltà economiche attuali, c'è ancora chi si impegna a far cultura. Il 22 marzo, con mio grande piacere, sono stato invitato a Sagliano Micca (Biella) per partecipare con un mio contributo all'inaugurazione di una biblioteca specializzata sulla disabilità e sul terzo settore in generale.

Lo specchio di Luca, Superabile, Gennaio 2013

16/01/2013 - Claudio Imprudente
luca pancalli-150x124.jpg

Ogni mattina quando tutti noi ci alziamo per andare in bagno abbiamo paura di sbattere contro qualcosa...Vi chiederete di che si tratta...No, non è il gabinetto, né la vasca, né la doccia... Sto parlando, ovviamente, dello specchio, il complemento d'arredo più spietato di tutti. Lo specchio infatti, non conosce bugia, ci mostra la nostra immagine così com'è nella realtà, senza trucchi e senza inganni.

Il sasso nell'acqua, Superabile, Ottobre 2012

01/11/2012 - Claudio Imprudente
Il sasso nell'acqua-150x124.jpg

La bella stagione è andata cari ragazzi. Lo vedo nei vari meteo, soprattutto lo sento nell'aria. Fuori dalla mia finestra vedo l'autunno prendere il sopravvento, le foglie già ingiallite cadere e mescolarsi alla terra. Finisce il tempo delle passeggiate, inizia quello delle buone letture con un té caldo in mano... Ma quale libro scegliere? La scelta è davvero difficile, dal nuovo Nobel per la letteratura Mo Yan al nuovo romanzo di Ken Follett fino ai soliti indispensabili classici...Quest'autunno voglio consigliarvi un libro "diverso".

L'Occhio sullo scaffale (all'interno "Il bambino sullo scaffale")

20/09/2012 - a cura di Annalisa Brunelli

adozione – affido
 
AiBi
Figli in attesa
Milano, Ancora, 2010
Bambini con più di 7 anni, gruppi di fratelli, bambini con bisogni sanitari o con problemi comportamentali. Non stiamo parlando di bambini disabili ma di bambini in stato di adozione e con bisogni speciali. Il libro, attraverso le loro storie e quelle dei loro nuovi genitori, racconta il percorso difficile dell’adozione internazionale.
 

L'occhio sullo scaffale

19/09/2012 - a cura di Annalisa Brunelli
informazione
 
Fabio Metitieri
Il grande inganno del web 2.0
Bari, Laterza, 2009

L'occhio sullo scaffale

10/09/2012 - a cura di Annalisa Brunelli

sport 

Stefano Martelli
Lo sport mediato
Milano, FrancoAngeli, 2010
Per la prima volta vengono qui presentati i dati sulle audience italiane di Olimpiadi, Paralimpiadi e Campionati europei di calcio fra il 2000 e il 2008 per collocarli poi in un quadro più ampio che descrive cos’è un mega evento sportivo e quali processi comunicativi lo rendono possibile.

L'occhio sullo scaffale

03/09/2012 - a cura di Annalisa Brunelli

 conoscere i deficit

 
Franco Lolli, Stefania Pepegna, Fabio Sacconi
Disabilità mentale e istituzioni
Milano, FrancoAngeli, 2009

Lettere al direttore - Risponde Claudio Imprudente

03/09/2012 - Claudio Imprudente
 
Salve signor Claudio,
le scrivo dalla Calabria. Ho 37 anni e sono affetto da amiotrofia muscolare spinale II.
Sono tetraplegico.
Abito in un piccolo comune e mi conoscono, ammirano, compatiscono e vogliono bene, tutti.
Sto chiedendo da tempo all’amministrazione comunale un lavoro e finalmente “pare” che ci sia in progetto l’apertura di uno sportello per affrontare il problema del disagio giovanile.
Condividi contenuti